HAI MENO DI 36 ANNI E STAI PENSANDO DI COMPRARE CASA? ECCO COME FUNZIONA IL NUOVO BONUS PRIMA CASA.

Comprare casa si sa, è il sogno di una vita, ma farlo non è semplice. Bisogna infatti avere un po’ di soldini da parte, un lavoro stabile e sicuro per accedere al mutuo, spesso anche delle garanzie … e quando si è giovani non è così facile avere tutto ciò.

Comprare la prima casa è un evento importante nella vita di ognuno di noi, ma farlo non è certo una passeggiata. Da pochi giorni è arrivata però una notizia importante: è stato infatti approvato un bonus prima casa proprio per agevolare l’acquisto degli under 36.

Cos’è e come funziona il bonus prima casa?

Se hai meno di 36 anni e compri casa usufruendo del bonus prima casa, potrai avere uno sconto sulle tasse per l’acquisto.

Quando compri casa e vai dal notaio per firmare il contratto con il quale diventi proprietario (il famoso rogito) tra le varie spese che dovrai affrontare ci sono anche le tasse (l’iva se compri da un’impresa e l’imposta di registro se compri da un privato). Queste tasse saranno azzerate.

Si parla di un risparmio che va da un minimo di 1.320 euro fino ad arrivare a diverse migliaia, se acquisti da privato. Se acquisti invece da impresa dovrai comunque pagare l’iva di legge, ma l’importo ti verrà conteggiato come credito d’imposta, e quindi potrai portarlo in detrazione.

Se acquisti ad esempio una casa di nuova costruzione al costo di 200.000 euro, il 4% di IVA – ovvero 8.000 euro – saranno il credito di cui potrai godere nella dichiarazione dei redditi.

Questo però fino al 30 giugno 2022, salvo proroga.

Possono accedere tutti a questo bonus?

Possono godere di questa agevolazione solo le persone sotto i 36 anni che acquistano come prima casa.

Questo significa che non devi possedere altre case acquistate con le agevolazioni prima casa, o comunque non avere altre case nel comune in cui acquisti, e che devi portare la residenza nella casa comprata con le agevolazioni.

Queste agevolazioni valgono solo per chi compra una prima casa, quindi è chiaro che sono esclusi tutti gli altri tipi di immobili compresi gli immobili abitativi classificati come “di lusso”.

Per sapere se la casa che stai comprando è classificata come immobile di lusso devi farti dare la visura catastale e badare che la casa non risulti nelle categorie A/1, A/8 o A/9.

Ma non finisce qui… devi avere inoltre un isee che non superi i 40.000 euro annui.

Se l’acquisto viene fatto da due persone, entrambe devono avere i requisiti richiesti; se una delle due non li possiede, le agevolazioni potranno essere godute solo dalla persona che li ha.

Ed il mutuo?

Sono previste agevolazioni anche sul mutuo. Non pagherai infatti l’imposta sostitutiva, pari di norma allo 0,25% dell’importo … (se fai un mutuo da 150.000 euro ad esempio, risparmierai altri 375 euro, oltre all’imposta di registro, a quella ipotecaria e di bollo).

Inoltre sempre per gli under 36 c’è un fondo di garanzia da parte dello stato che copre fino all’80% dell’importo del mutuo.

Insomma, solitamente per un acquisto medio, tra tasse, imposte, notaio, mutuo e spese varie fino a pochi giorni fa si arrivavano a spendere anche più di 10.000 euro. Oggi, se hai meno di 36 anni e acquisti come prima casa, riesci a risparmiare una somma che va mediamente dai 1500 ai 4000 euro per acquisti di case “usate”. Molto di più invece acquistando casa da impresa portando in detrazione l’iva.

MA ATTENZIONE!!!

Se chiedi ed usufruisci delle agevolazioni senza averne diritto, puoi andare incontro ad importanti sanzioni: dovrai infatti pagare quanto dovuto con l’aggiunta del 30%.

Insomma, la materia è da addetti ai lavori, quindi prima di procedere ti consigliamo una consulenza.

Se ti fa piacere puoi contattarci qui e fissarne una con un nostro consulente certificato.

A preso,

Lo staff di Grandi Agenzie

Questo articolo ti è piaciuto? Ti è stato utile?

Allora richiedi First, il magazine di informazione immobiliare ...